Reportage: Jerry Jones fotografato durante una protesta contro la desegregazione, risponde

0
10
Informe: Jerry Jones fotografiado en protesta contra la segregación, responde

Il Washington Post ha pubblicato mercoledì un articolo sul proprietario dei Dallas Cowboys Jerry Jones che includeva una sua fotografia durante una protesta contro la desegregazione mentre era al liceo alla Central High di Little Rock, in Arkansas, nel 1957.

Wow, quindi il proprietario dei Cowboys Jerry Jones è stato uno dei bulli che cercava di impedire ai suoi compagni di classe neri di desegregare la Central High a Little Rock nel 1957. https://t.co/IZm9DuTUhM pic.twitter.com/G4o7H2G9qp

— Joshua Clark Davis (@JoshClarkDavis) 23 novembre 2022

Jones ha confermato di far parte della folla che prendeva in giro gli studenti neri, ma ha detto di non aver partecipato alla protesta e di voler solo assistere.

Secondo David Maraniss e Sally Jenkins del Washington Post, “A un certo punto, uno studente nero di nome Richard Lindsey ha ricordato, qualcuno tra la folla gli ha messo una mano sulla nuca” prima di lanciargli un epiteto razziale.

“Non so se io o chiunque altro avessimo previsto o avessimo un background per sapere … cosa fosse coinvolto. Era più una cosa curiosa”, ha detto Jones. (h/t The Washington Post)

Questa spiegazione non concorda con il suo allenatore di football del liceo, Jim Albright, e con i suoi avvertimenti alla sua squadra. Secondo Il Washington Post, “ha avvertito che potrebbero esserci problemi e ha detto che ‘non voleva vedere nessuno di voi teste di nodo vicino alla parte anteriore di quella scuola domani'”.

Per Il Washington Post, si può tracciare una linea che collega quell’evento nel 1957 a come Jones opera come proprietario del franchise più popolare in tutti gli sport. Jones esercita un potere significativo nei circoli di proprietà, ma ciò non lo ha portato a diventare un leader nella parte anteriore del miglioramento del vergognoso track record della lega nell’assunzione di allenatori di minoranza.

“Se la NFL vuole migliorare il suo triste record nell’assunzione, promozione e nutrimento degli allenatori neri, Jones potrebbe aprire la strada”, scrivono Maraniss e Jenkins. L’articolo afferma che in 33 anni come proprietario dei Cowboys, non ha assunto una volta un capo allenatore nero e solo due volte ha assunto un candidato nero per una posizione di coordinatore offensivo o difensivo.

Il mese scorso, ESPN ha pubblicato un rapporto bomba sul proprietario dei Washington Commanders Dan Snyder che ha portato alla luce sporcizia sul commissario Roger Goodell e altri proprietari della lega. È stato suggerito che Snyder potrebbe essere coinvolto nella fuga di foto di Jones, ma l’articolo di ESPN afferma:

Tutto ciò che è venuto fuori sarebbe probabilmente sotto forma di una fuga di notizie su “The New York Times” o “The Wall Street Journal”, perché, affermano più fonti della lega e della squadra, Snyder odia “The Washington Post”.

Indipendentemente da come la fotografia sia venuta alla luce, è un brutto aspetto per il proprietario più importante nello sport e un segno di quanto sia inevitabile la sordida storia del paese sulla razza.

Mostra anche quanto poco Jones sia cambiato. Nella fotografia, ha visto un paio di file dietro il putiferio, non tanto coinvolgente quanto osserva i suprematisti bianchi che terrorizzano gli studenti neri. Non c’era niente che avrebbe potuto fare per fermare quella brutta scena. Circa 65 anni dopo, Jones ha molto più potere di allora, e sceglie ancora di non fare nulla.